Arjowiggins Italia vince il Premio Committenza prima edizione

Si è chiuso novembre e con questo mese dobbiamo segnalare il successo che ha riscosso una settimana intensa che ha avuto come protagonisti  design e creatività sotto forma di vari progetti. Si è, infatti, svolta,  (4-7 novembre) la settimana internazionale del graphic design, evento che  nella sola giornata di inaugurazione ha contato oltre 1000 persone presenti. Location d’eccezione, che ha ospitato i numerosi workshop e le tante iniziative, è stata la Fabbrica del Vapore.

L’occasione è stata perfetta per celebrare i 70 anni di Aiap e assegnare, a diverse aziende, il Premio Committenza, prima edizione. Tra i premiati, accanto a FC Internazionale, al Piccolo Museo del Diario, a Punto Pecora e a Inventario, c’è stata anche Arjowiggins Italia, divisione Carte Creative che, da sempre, sostenitrice e promotrice del mondo del design, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento, grazie al progetto che ha preso forma con la VIP brochure Inuit.

Il lavoro è stato realizzato con le carte creative del Gruppo francese e la creatività di Claudia Neri, AD di Teikna Design. Un’opera d’arte, stampata da Tiburtini di Roma, che ha osato dove, di norma, la stampa si ferma per timore e – a volte – rispetto del supporto.

“La comunicazione, oggi, ha cambiato forma”, ha dichiarato Simone Medici, AD di Arjowiggins Italia e direttore sales & marketing della divisione Creative Papers per l’area Sud Europa e Turchia, che ha proseguito: “Si è passati da un modello tipicamente strutturato B2B a un modello nuovo, che negli individui vede il vero potenziale di crescita. Si tratta di un modello Human2Human (H2H)”.

 

Fondamentale, il supporto creativo di Claudia Neri e del suo team. “Abbiamo seguito un percorso mentale davvero vasto. Partendo dal popolo degli Inuit per arrivare a tutto ciò che il mondo del nord evoca”, ha ammesso l’AD di Teikna Design, che ha concluso: “Il coraggio di osare, dimostrato da Simone Medici e Arjowiggins, sono stati il motore che ci ha spinti ad andare oltre i limiti tecnici che, di norma, avremmo avuto”.

Un progetto che ha sfidato, dunque, le regole più tradizionali della grafica. Un progetto che corona l’anno di grandissimi successi firmati Arjowiggins Creative Papers. Ricordiamo, infatti, che a partire da Pop’UP Exhibition, per arrivare alla presentazione del Paper Book, l’anno del Gruppo francese si va chiudendo davvero in grande, tra risultati e riscontri di mercato importanti.

Ecco, perché, in occasione della stessa settimana milanese, ha presenziato anche Christophe Balaresque, Luxury Brands & Marketing Director at Arjowiggins Creative Papers, con uno speach in occasione del Paperbook Show, evento organizzato il 4 novembre, in collaborazione con Aiap per celebrare lo splendido volume (Paper Book) che raccoglie gli “international standards of creative papers”.