Sanremo al via, ma Ceres?

Va bene, ci risiamo come tutti gli anni. Polemiche, critiche, fanatici, lacrimucce, canzoni sì, canzoni no, fanno schifo, sono banali eccetera.

Eppure il Festival di Saremo resta un must della televisione italiana. Unica nota, davvero positiva, di questi ultimi anni del tanto amato-odiato festival… resta l’approccio unconventional che si è cercato di dargli.

Diciamo che quest’anno la curiosità vostra (e pure mia) dovrebbe essere un filo più altina. Perché? Perché a fare da paperina (chissà dove, visto che tutto è ancora secretato) ci sarà una signora in giallo. Chi? Ceres C’è!

Con l’hashtag #SANREMOCERES, infatti, potremo sparlare, parlare, criticare, compiacere tutto l’intero Sanremo star system. Il maestro Vessicchio e la sua famosa barba o la simpatia (mah…) di Carlo Conti, insieme ad abiti, vip, comparsate e figuracce saranno sotto i riflettori della campagna unconventional che Ceres ha già fatto partire.

Dove saranno gli aguzzini a fare da pungoli per la polemica? Tutto un mistero che verrà svelato e sarà possibile seguire per tutta l’intera settimana con l’hashtag #SANREMOCERES, insieme a blogger e influencer che faranno il possibile per gettare benzina sul fuoco!

Quindi, l’appuntamento è per domani con tweet al peperoncino.

 

 

Buzzoole

buzzoole code