Io sto con AiBi, subito.it e i bimbi abbandonati

La parola bambini abbandonati che effetto vi fa?

A me pessimo.

Sì, certo, sono mamma, 41enne, invecchio e il cuore si fa più tenero, ma rabbrividisco e inorridisco a immaginare i cuccioli di uomo lasciati soli.

Si fanno centinaia di campagne (non me ne vogliano gli animalisti) per cani, gatti ed esseri abbandonati di vario genere, ma di bimbi abbandonati se ne sa molto poco. Mi ha stupita fermarmi a riflettere, in occasione della presentazione del progetto, sul fatto che, in effetti, quanto se ne parla ai telegiornali? Quanto se ne sa di questo fenomeno in crescita? Quanto si sa delle case accoglienza, delle iniziative, dei volontari che si occupano di dare un posto nel mondo ai bambini? Poco. Forse nulla.

Bè, io ho scelto di supportare la campagna Accolti da Subito della quale mi faccio – con orgoglio – ambasciatrice. Iniziativa nata dall’accordo tra il portale di acquisto dell’usato, subito.it e l’associazione Amici dei Bambini, il progetto – online da oggi – prevede che il minisito interno a subito.it permetta, a noi ambassador e a tutti coloro che lo desiderino, di mettere in vendita oggetti dei nostri figli al prezzo che desideriamo. 1, 2, 10, 20… oggetti di ogni genere, fate voi.

Per ogni articolo venduto, voi potrete prendere il ricavato e 1 euro della vendita verrà destinato al progetto Family House di AiBi.

Dimenticavo, se poi volete donare l’intero ricavato, nessuno si offenderà, anzi.

Vi segnalo alcune indicazioni se inserirete il vostro annuncio:

1. Registratevi
2. Selezionate la sottocategoria “Tutto per i bambini” all’interno della categoria “Per la casa e la persona”
7. Create il titolo dell’annuncio inserendo per Accolti da Subito al termine (Es: orsacchiotto in buone condizioni… per Accolti da Subito)

Mia figlia Rebecca e io, abbiamo scelto questi due amici per la nostra prima vendita.

Li potete acquistare a questo link e troverete anche quelli di tutti gli amici che, con me, iniziano da oggi una battaglia tosta.

Se, invece, desiderate “semplicemente” donare, fatelo. Qui.