Tags

Related Posts

Share This

SuisseGas Milano Marathon: corri, suda e cronometra

Ok, ho fatto la Milano Marathon. Cioè ho fatto una frazione di staffetta, ma per me è come se l’avessi corsa tutta. Circa 11 chilometri sudati e rubati metro dopo metro per arrivare, per farcela. Non aggiungo altro oltre al caldo, la fatica e lo spirito di squadra fantastico. E’ alla mia squadra che devo tutto, la corsa insegna molto in termini di correttezza, lealtà e supporto reciproco. Da qui ci sarebbe da imparare molto.

Ad ogni modo oggi è giornata di attesa dei risultati. Perché il chip, che è passato di mano in mano agli staffettisti, è stato un po’ l’oracolo con il quale abbiamo corso. E anche qui, dunque, la tecnologia è entrata prepotentemente (e fortunatamente) a supportare fatiche e desiderio di sapere i tempi, al di là di quanto i computer da polso di ciascuno (o gli smartphone) ci hanno raccontato. Se non lo sapete, i risultati saranno forniti da TDS sul proprio sito o sull’app. Però ho scoperto che c’è di più!

Proprio in occasione della SuisseGas Milano Marathon ha, infatti, debuttato ufficialmente in Italia DATARACE un sistema rivoluzionario che utilizzando i big data, fornirà agli atleti, professionisti e non, informazioni sull’efficacia dei loro allenamenti, sull’utilità delle attrezzature e sulle loro performance atletiche. La soluzione, unica in Europa, è stata creata da SolidQ – multinazionale della Business Intelligence specializzata nell’analisi di dati – e TDS – Timing Data Service – leader in Italia nel cronometraggio degli eventi sportivi di grandi dimensioni – ed è ospitata sulla piattaforma cloud Microsoft Azure .

dataracer ossia gli sportivi che si iscriveranno gratuitamente a Datarace avranno la possibilità di confrontare i propri risultati con quelli di decine di migliaia di altri atleti per capire come si allenano i vincitori, a che ora corrono più forte o se, magari, uscire ad allenarsi in gruppo o da soli può influire sul loro risultato finale.  

Questi dati, che per ora riguardano soltanto il running, ma che presto saranno allargati ad altre discipline, derivano dall’analisi dei Big Data già presenti nel sistema, dai rilevamenti cronometrici delle gare effettuati da TDS e dalle informazioni fornite da tutti gli atleti e gli sportivi che hanno contribuito finora attivamente al progetto. I cosiddetti Dataracer, appunto.

Il sistema collegherà le informazioni fornite dagli iscritti alle loro performance durante le gare, rilevate da TDS. Dopo ogni gara, a partire dalla SuisseGas Milano Marathon, le tecnologie di SolidQ per l’analisi dei big data, basate sugli strumenti di Analytics di Microsoft, estrapoleranno e combineranno decine di statistiche.

I risultati più interessanti saranno presentati di volta in volta sul sito Datarace (www.datarace.it) e altri potranno essere ricercati tra le centinaia che diventeranno disponibili quando il sistema sarà a pieno regime. I Dataracer potranno confrontare gratuitamente i dati pubblicati con i propri, senza alcun limite alle interrogazioni, dalle più tecniche alle più curiose. Inoltre i Dataracer potranno proporre nuovi tipi di analisi o chiedere statistiche personalizzate. I dati ancora in corso di upload riguardano al momento il running e il ciclismo, ma presto saranno estesi anche al triathlon, allo sky running e ad altre discipline.